Mercoledì, 30 Giugno 2021 12:10

Le Caratteristiche Principali Delle Opzioni Finanziarie

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Leva Finanziaria
Le opzioni posseggono di natura la leva finanziaria. Ciò significa che acquistare un opzione può costare relativamente poco rispetto all’oggetto del contratto (di solito 100 azioni del titolo sottostante). Piccole percentuali nel prezzo delle azioni possono portare a grandi percentuali sul valore delle opzioni e quindi guadagnare molto grazie alla leva.

La leva ha anche pari implicazioni negative. Se il prezzo dell'azione sottostante non aumenta o diminuisce come previsto durante la durata dell'opzione, la leva finanziaria potrebbe amplificare la perdita percentuale dell'investimento. Le opzioni offrono ai loro proprietari un rischio certo che si conosce prima. Tuttavia, se le opzioni del proprietario scadono senza valore, questa perdita può essere l'intero importo del premio pagato per l'opzione. Uno venditore di opzioni scoperto può affrontare un rischio illimitato per esempio.

[ITM-ATM-OTM (In-the-money, At-the-money, Out-of-the-money)]

Il prezzo di esercizio di un'opzione, o STRIKE, determina se un contratto è in-the-money (ITM), at-the-money (ATM) o out-of-the-money (OTM).

Quando il prezzo delle azioni supera il prezzo d’esercizio dell’opzione allora l’opzione diventa ITM. Per le opzioni CALL avviene se superato al rialzo, per le PUT avviene se superato verso il basso.

L'inverso di in-the-money (ITM) è out-of-the-money (OTM). Se il prezzo di esercizio è uguale al prezzo di mercato corrente, si dice che l'opzione è at-the-money (ATM).

Se un'opzione è ITM il suo valore aumenta a causa della presenza di valore INTRINSECO, ovvero quel valore che il venditore deve riconoscere al compratore  in caso di esercizio. Pertanto e per definizione, un'opzione at-the-money o out-of-the-money non ha valore intrinseco.

Qualcuno potrebbe pensare che se non hanno valore intrinseco allora si possano comprare a zero ma in realtà non è così perchè il valore dell’opzione è sempre più alto del solo valore intrinseco durante la vita del contratto. Questa differenza è nota come valore intrinseco o valore temporale. Questo valore tiene conto delle fluttuazioni della volatilità, dei tassi di interesse, degli importi dei dividendi e del passare del tempo. Tutti questi fattori influiscono sulla parte del valore temporale del premio di un'opzione. 

[Opzione CALL]
  • In-the-money = STRIKE INFERIORE al prezzo delle azioni
  • At-the-money = STRIKE UGUALE al prezzo delle azioni
  • Out-of-the-money = STRIKE MAGGIORE del prezzo delle azioni
[Opzione PUT]
  • In-the-money = STRIKE MAGGIORE del prezzo delle azioni
  • At-the-money = STRIKE UGUALE al prezzo delle azioni
  • Out-of-the-money = STRIKE INFERIORE al prezzo delle azioni
[Time Decay (Decadimento temporale)]

Maggiore è il tempo rimanente alla scadenza di un'opzione, più sarà il suo premio. Questo perché più lunga è la durata di un'opzione, maggiore è la possibilità che il prezzo dell'azione sottostante possa finire in-the-money (ITM). Anche se tutti gli altri elementi che compongono il prezzo di un'opzione rimanessero gli stessi, la parte del valore temporale del premio di un'opzione diminuirà (o decadrà) con il passare del tempo.

Nota:

Il Decadimento temporale non è lineare ed è più alto  nelle ultime settimane, mentre è più basso per la prima fase di vita di un opzione.

[Data di scadenza]

Nel 99,9% dei casi è di Venerdì. La data di scadenza è l'ultimo giorno in cui esiste un'opzione. Questo è la data entro la quale i brokers devono presentare all'OCC (Opzioni Clearing Corporation) gli avvisi di richiesta di esercizio. Questa scadenza, o tempo limite di scadenza, è generalmente il terzo venerdì del mese in un momento successivo alla chiusura del mercato. Poiché le procedure possono cambiare e buona prassi contattare la tua società di brokeraggio per dettagli specifici.


[Posizione Long]

La parola long descrive una posizione (in azioni e/o opzioni) in cui hai acquistato e possiedi quel contratto e/o azioni nel tuo conto di intermediazione.

Ad esempio, se hai acquisito il diritto di acquistare 100 azioni di un titolo e detieni il contratto nel tuo portafoglio, si dice “aprire una posizione long”. Anche se hai acquistato il diritto di vendere 100 azioni di un titolo e lo detieni nel tuo portafoglio “assumi una posizione long”. Se hai acquistato 1.000 azioni e tieni quelle azioni nel tuo portafoglio, sei long su 1.000 azioni.

Quando sei lungo su contratto di stock option (opzioni su azioni):

  • Hai il diritto di esercitare tale opzione in qualsiasi momento prima della scadenza, sempre che sia ITM.
  • La tua potenziale perdita è limitata all'importo che hai pagato per il contratto di opzione.
[Posizione Short]

La parola short descrive una posizione (in azioni e/o opzioni) in cui hai venduto e  NON possiedi quel contratto e/o azioni nel tuo portafoglio.

Di conseguenza, ora hai obblighi derivanti dai termini di quel contratto di opzione. Se il proprietario esercita l'opzione perchè ITM, è necessario soddisfare tali obblighi.

Se hai venduto il diritto di acquistare 100 azioni di un titolo, sei Short su un contratto CALL. Se hai venduto il diritto di vendere 100 azioni di un titolo, sei short su un contratto PUT.

Quando vendi un contratto di opzione, lo stai letteralmente creando ecco perchè si dice “Writing an option” quando si vende. Il venditore di un'opzione incassa e detiene il premio ricevuto dalla sua vendita iniziale. Quando sei Short su un contratto di opzione su azioni:

  • Puoi ricevere un avviso di esercizio in qualsiasi momento durante la vita del contratto di opzione. È necessario essere consapevoli che l'assegnazione prima della scadenza è una possibilità concreta.
  • La tua potenziale perdita su una SHORT CALL è teoricamente illimitata. Per una PUT, il fatto che il titolo non possa scendere sotto 0$ di prezzo limita il rischio di perdita. 
[Aprire una posizione long o short]

Aprire una posizione è un'operazione che aggiunge o crea una nuova posizione di trading nel tuo portafoglio. Può essere un acquisto o una vendita:

  • Aprire con un acquisto una posizione significa che l'intenzione dell'acquirente è quella di creare o aumentare una posizione long.
  • Aprire con un vendita una posizione significa che l'intenzione del venditore è quella di creare o aumentare una posizione short.
[Chiudere una posizione long o short]
  • Chiudere con un acquisto una posizione significa che l'intento dell'acquirente è ridurre o eliminare una posizione short. Questa operazione viene spesso definita “copertura” di una posizione short.
  • Chiudere con un vendita una posizione significa l'intento del venditore è quello di ridurre o eliminare una posizione lunga in una data serie di opzioni.

Nelle opzioni, un trader non chiude una posizione long CALL acquistando una PUT o viceversa. La chiusura di un contratto di opzione comporta l'acquisto o la vendita di un contratto di opzione con le stesse condizioni, in sostanza il medesimo contratto aperto, inoltre la chiusura di una posizione può essere fatta solo entro la scadenza.

Se pensi che questo articolo ti sia stato utile condividilo oppure fammi sapere che ne pensi lasciando un commento sul mio canale https://www.youtube.com/c/angelomileto , rispondo attivamente e personalmente a tutte le tue domande.

Ogni settimana pubblico nuovi video e consigli su tutto ciò riguarda il mondo del trading con le opzioni.

Angelo.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.